Etnafest, marzo 2008

Commenti, anticipazioni, divagazioni...

Moderatore: Baristi

Etnafest, marzo 2008

Messaggioda breva » lun mar 31, 2008 7:46 am

è uno scritto di Peppe Voltarelli che racconta il concerto dell'Etnafest a cui ha partecipato anche Davide...
:lol:

una parola per l’inizio catania 18 marzo 2008

tutto sta a trovare una parola per l’inizio
due parole una frase breve che se la leggi ci rimani attaccato
ci sono inizi casuali inizi violenti inizi difficili
come un risveglio quando apri gli occhi e sei già sulla barricata a schivare proiettili
chi è iperteso lo sa che l’inizio è tutto
io appena apro gli occhi sono nella corsia di sorpasso
infatti cerco sempre di rallentare
chi ha la pressione bassa è una lagna
campa di sicuro di più di noi
ma vuoi mettere una mattina a tremila con la minima a 120 e i pensieri che sono una scheggia nel cielo

l’inizio è catania anzi acicastello
colazione su uno scoglio guardando il mare che è una tavola
quando c’è una partenza così potresti anche farlo finire la il giorno
perché ogni cosa rischia di rovinarlo
teatro delle ciminiere domani c’è il concerto d’apertura dell’etnafest e siamo qui riuniti venti artisti per cantare delle canzoni della nostra terra e poi una tutti insieme che si intitola "sutta lu stesso cielo" che carmen ha scritto appositamente
ognuno di noi rappresenta idealmente la propria regione e deve fare una strofa del brano nel suo dialetto
in aereo avevo buttato giù delle cose tipo "achi e filo servono ppè cusire vento e paglia stanno nzeme ppè vulare" anche gli altri avevano scritto in fondo alla sala qualcuno cercava di copiare minchia mi sembra il compito di italiano all’esame di stato
possibile non mi venga in mente nientaltro
poi van de sfroos mi dice che il mio verso è buono e me lo spiega
effettivamente ora capisco avevo scritto su cose che uniscono e cose che separano
sto ancora in tema
davide è lucidissimo
allora quando cantiamo mi metto vicino a lui


parte il concerto
giò dei la crus ride sembra un monello di periferia poi quando canta mette il vocione e sembra un signore di cinquantanni patrizia laquidara e elena ledda incantano luigi lai e riccardo tesi sono dei fuoriclasse pino marino stornella in romanesco
de sfroos canta in comasco "il minatore di frontale" il pubblico catanese lo accoglie come uno di casa alfio antico i lautari e le mitiche faraualla fanno cose da pazzi con raiz invece facciamo una versione chitarra e voce di "nun te scurda" rino incalza sul tempo è un gigante siamo incazzati facciamo paura
con alfio antico ecco una tarantella velocissima si chiama "raggia" mosso da un impeto giovanile provo ad accelerare non l’avessi mai fatto alfio mi lascia sul posto
gli errori si pagano
"riturnella" cantata con l’orchestra mi riconcilia col mio passato recente faccio versi in calabrese pensando a james brown


il teatro respira appresso a noi dietro c’è un aria di complicità anche i tecnici sentono questa cosa e sono ultra gentili con tutti paola delle faraualla ha un piede sfasciato si muove a rilento le faraualla sono troppo belle sono vestite di bianco le vorrei baciare tutte e quattro
il finale è da brivido "occhi occhi sutta lu stessu cielo simu frati dopo cchiù di na guerra" l’orchestra diretta dal maestro cantone ha una spinta popolare con fiati e archi mandolini e percussioni il brano è un crescendo che trascina tutti
francesco mi fa l’occhiolino carmen sorride
penso allo scoglio sul mare tavola l’inizio
mi trovo all’ala sinistra del palco mi viene voglia di fare un cross
così di testa potete segnare se volete

p

"Considero ogni forma di razzismo convinto una patologia e non un'ideologia" (Davide Bernasconi)
breva
 
Messaggi: 833
Iscritto il: mer feb 19, 2003 11:54 pm
Località: como

Messaggioda marina » lun mar 31, 2008 8:44 am

I video dell'Etnafest su Youtube:

PICA! http://www.youtube.com/watch?v=_gtLDWnHu4E

"Sutta lu stesso cielu" http://www.youtube.com/watch?v=SFT8FA1gr6c
marina
 
Messaggi: 973
Iscritto il: mer feb 19, 2003 5:38 am


Torna a Concerti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron